2010ArchivioEvento

La Notte Bianca “Contemporanea” / “About_ The Utopian Display_ Platform_[10]”

La Notte Bianca “Contemporanea”
“About_ The Utopian Display_Platform_[10]”
un progetto a cura di casa masaccio contemporanea

Sabato 26 giugno 2010 dalle ore 21, nell’ambito delle 5° edizione della Notte Bianca di San Giovanni, Casa Masaccio contemporanea presenta una rassegna sui linguaggi delle contemporaneità “About_ The Utopian Display_Platform_[10]” che si sviluppa attraverso un percorso di spazi aperti, tra piazze, vie e luoghi intorno a Casa Masaccio. La rassegna si configura come uno scenario di “identità culturali ibride”, una sorta di collisione/incontro tra ricerca, innovazione e creatività. In questa occasione saranno presentate diverse sfere di azioni culturali e artistiche: media art, architettura, sound e audio-visual, performance, video, cinema, teatro, web, social networking. La rassegna, ricca di eventi e di nuovi interpreti della contemporaneità, esprime la necessità di esplorare alcune fra le possibili contaminazioni tra nuovi e vecchi linguaggi, attraverso il mondo reale e la nuova dimensione digitale.
La rassegna si articola in quattro macro aree che si sviluppano nelle vie e nelle piazze del centro di San Giovanni Valdarno:

MIX MEDIA _ Contemporary Social Art
un progetto a cura di:
Marzia Lodi e Ilaria Castellino in collaborazione con Switch creative social network
Installazioni, video & sound design_Leonardo Betti

Presenta una serie di performance,installazioni, video e sound design urbano, che mettono in relazione l’arte contemporanea e alcuni luoghi del tessuto urbano della città, concentrando la propria attenzione sulle possibili relazioni tra ambito artistico e sfera sociale. Il risultato è un flusso costante di suoni e immagini che interrogano e ridefiniscono la relazione tra la multimedialità ed il pubblico, ponendo al centro della ricerca la contaminazione tra i linguaggi contemporanei e la tecnologia, tramite essenziale per costruire esperienze nello spazio fisico, sociale e digitale.
L’evento è il risultato di un incontro tra alcune realtà artistiche e professionali che in questo ambito operano e si muovono.
Attraverso la creazione di performance, installazioni ed ambienti sonori si mira a proporre nuovi stimoli per stabilire percorsi e connessioni fra le diverse parti. Mixed media si propone come obiettivo fondamentale la crescita del dialogo intorno ai nuovi media, sempre più parte integrante del nostro quotidiano. Questo il programma e i luoghi di MIX MEDIA _ Contemporary Social Art: Coincidence 15 (Arco Via Giovanni da San Giovanni) installazione ambientale a cura di Leonardo Betti / Between trees installazione interattiva_ Nothing but the truth (nature will save us)#01 installazione sonora (casa masaccio giardino) a cura di Leonardo Betti/ Chill out on the road design urbano _Breathless installazione immersiva (Piazza S. Antonio) a cura di Switch, Leonardo Betti, SndSucker/ Tati rifiù plastique (Largo Andrea del Bello) performance a cura di Switch/ Mix Media Live_ (Corso Italia Sud) live dj set/ Luigi Mastrandrea “Paesaggi Sonori”/ LeonardoWorx/“BACK TO MONGOLIA”_Tradizione sciamanica / Ritualita’ Elettronica_Telematik Guru

La rassegna continua con “SGV_ ELECTRIC CITY……… perché qui l’aria è elettrica, e crea fermento”
un’area dedicata ai codici sorgenti della contemporaneità, arte, performance, video, cinema, web e social media, un programma che si sviluppa sullo sfondo di una città che ormai parla molteplici linguaggi e produce azioni culturali tese a valorizzare e a contaminare il proprio patrimonio storico artistico e architettonico, le chiese, i palazzi, i giardini, i vicoli, le strade, le piazze e le risorse creative locali, sperimentando così proprie forme di resistenza culturale.
Nel programma The Fake Factory: ombre elettriche, dialogo architettonico fra luce e materia_ (Viale Diaz, Piazza della libertà, Corso Italia 14 Palazzo Panciatichi) installazioni Video a cura di the fake factory/ Caravaggio_#400 ( Pieve S. Giovanni Battista, Palazzo Corboli) film Caravaggio l’ultimo tempo di Mario Martone/ Il martirio di Sant’Orsola di Sandro Dionisio e Mario Martone/ Caravaggio un genio in fuga di Renato Mazzoli/Caravaggio di Derek Jarman/ The draughtsman’s contract_ (Corso Italia 14, Giardino Palazzo Panciatichi) performance Giulia Odori, Brunella Visca, maschere di Sergio Traquandi/ Art community movie_ (Vicolo Rossi) Casa Masaccio video Yael Davids/Seila Kameric/ Ange Leccia /Paolo Meoni /Robert Pettena/ Mark Lewis/Farid Rahimi /Sophie Whettnall /Kan Xua/Cyprien Gaillard/Guido van der Werve/ Michael von Ausswolff – Thomas Nordanstad/Sigurdur Gudjonsson/Connie Dekker/ Art in the twenty – first century_ (Foyer Teatro Bucci) Video Bill Viola.The Eye of the Heart di Mark Kidel.

L’ area successiva presenta CITIES ON THE MOVE _ la città come laboratorio
attraverso alcune micro rassegne video & strumenti multimediali, si propone una riflessione sui mutamenti in atto nella città contemporanea. City Vision propone lavori sulle trasformazioni in atto sul territorio realizzati durante i recenti cantieri d’arte pronossi da Casa Masacccio a cura di Image/Simone Muscolino/Francesca Scarselli/Manuela Mancioppi/Macma, Clip City_ presenta una selezione di opere video realizzate in occasione del festival internazionale di Video ed Architettura The Beyond Media Festival_Vision The che raccontano alcune tracce della cultura architettonica contemporanea, che parlano di architetture e di città e Asian City uno sguardo in Asia, dove le metropoli stanno diventando interessanti capitali d’arte, con opere video di Mizuno Katsunori/ Ine wo Ueru hito/ Liang Yuanwei.
Un laboratorio per il futuro che ha nelle città lo scenario più immediato di confronto e sperimentazione. Le città come luogo dove il genere umano dovrà misurare la propria crescita e puntare sulla creatività applicata per uno sviluppo sostenibile. Le città del futuro, il futuro della città. L’ambivalenza di questo concetto, rimanda, ad una univoca asserzione di base: la città è il luogo in cui la creatività diventa innovazione, produzione, sviluppo. La città come epicentro dei fenomeni dinamici dell’industria creativa, di quei processi che traggono forza dal net- working, che si nutrono di ricerca e sperimentazione, che si promuovono creando nuovi media, che generano economie innovative, che esplorano il nuovo generando futuro. Cities on the move_ allestita negli spazi restaurati di Palazzo D’Arnolfo, si presenta inoltre come occasione di visita del Palazzo e come opportunità di conoscenza della sua futura destinazione, attraverso una presentazione multimediale del progetto del Museo delle Terre Nuove.

Infine SOCIAL MEDIA, a cura di Chiara Ferretti, un cantiere aperto di comunicazione interattiva, per rilanciare nel web le parole chiave (tag) e le immagini della manifestazione durante il suo svolgimento, un front-office per promuovere la partecipazione attiva degli spettatori secondo le dinamica del web 2.0. http://www.facebook.com/pages/Notte-Bianca-SGV/114891255202625http://nbsgv10.posterous.com

Dalle ore 21 EX CHIESA DELLA SS. NONZIATA (Via Giovanni da S. Giovanni) proiezione del film Back to the future_Rip! A Remix Manifesto un documentario canadese realizzato dal dj Brett Gaylor dopo 6 anni di lavoro colletivo. Si tratta di un compendio istruttivo di alcune delle principali problematiche e opportunità che il passaggio dalla cultura del copyright a quella del copyleft ha sollevato. La cultura del public domain contrapposta a quella del copyright, una dimostrazione di come l’arte si sia sempre basata su materiali già esistenti rielaborati in forme inedite.“Questo film parla di una guerra, una guerra sulle idee. Il terreno di questa battaglia è internet”.

FILE ALLEGATI: BROCHURE EVENTO ›

casa masaccio / centro per l’arte contemporanea
52027 San Giovanni Valdarno
Corso Italia, 83
Tel. 055 9126283
casamasaccio@comunesgv.it
www.casamasaccio.it

gian-marco-montesano
Precedente

Guerra e Pace, Gian Marco Montesano

narrazione-convenienze-video
Successivo

Narrazione e convenienze del video